Nei cerchi di donne si respira un’antico ricordo di magia, presenza, amorevolezza e sacralità.
C’è uno scambio nella fiducia e un totale senso di appartenenza.

Si attiva attraverso la condivisione e l’ascolto una trasformazione profonda ed invisibile che collega i cuori e coccola i corpi.
Sono ricordi vivi di un’antico modo di concepire la vita.

Da questi incontri anche l’uomo può ricevere segnali e intuizioni nuove, aprire gli occhi e guardare finalmente la Terra stando nel suo sentire.

Femminie e maschile sono già all’interno di ognuno di noi ed ora possono ritrovare la pace e la collaborazione.

I cerchi di donne servono anche a questo, emanare pace e amore, seminare una consapevolezza che integra invece che dividere e guidarci verso la nascita di una nuova Era che per chi non se ne sia accorto è già quì.
Le donne che fanno le donne stanno aiutando gli uomini a riconoscersi tali ed accettare la propria natura diversa e per questo complementare.

In questa società occidentale che è stata guidata per centinaia d’anni dal potere maschile c’è quantomai bisogno di ritrovare un’equilibrio e di guarire quelle ferite che si sono create.
Il maschile tende al futuro, rinnova, porta cambiamenti, squarcia i veli e si preoccupa di avanzare e portare luce. La società per come la vediamo è invece attualmente ferma, ancorata nostalgicamente al passato. Il maschile è diventato uno spettro di se stesso, colmo di insicurezza e paure. Non c’è davvero nulla di nuovo che emerge dalle nebbie del tempo e anche la collettività sembra persa in questo limbo in cui ci si tiene stretti al poco che è rimasto.

Questa è l’Era dell’individuo, del singolo, non più della massa. Il cambiamento, la trasformazione nella Gioia può avvenire solo in ognuno di noi, individualmente ed insieme alle Anime affini, ma non si può pretendere che ci sia un cambiamento nella società intera. Quella va abbandonata e lasciata al suo lento esaurirsi. Lasciamo che le acque sommergano questa concezione materialista, ottusa e servilista.

I cerchi di donne nei loro salotti, in centri o associazioni, nella condivisione dei social e in conferenze o altro stanno dando un grande contributo energetico di cui forse non ci siamo resi conto totalmente.
L’energia femminile che si interessa di spiritualità e crescita personale sa scendere nelle zone oscure dove ognuno di noi è rimasto prigioniero e ci mostra che anche nel buio ci sono Tesori da cogliere.

Le profondità interiori della terra, come recita il detto alchemico V.I.T.R.I.O.L., sono ricche di risorse, qualità, pullulano di vita. Lì si nasconde la nostra vera essenza. Non possiamo tendere al cielo se prima non conosciamo le nostre radici, le nostre profondità, emozioni, paure…
Il femminile insegna questo anche agli stessi uomini che per loro natura sono più restii a fermarsi e a vivere i travagli interiori nella loro pienezza.

Si sa che solo dal travaglio e da una dose di dolore cresce la vita. Come nel grembo materno anche nella terra nascono quei semi che poi diverranno frutti preziosi.

I cerchi di donne, il loro riunirsi e riconoscersi tali, ci permettono di far crescere le nostre radici. Possiamo essere grati di questi momenti così apparentemente difficili perchè appaiono doni preziosi a chi sa guardare davvero nell’invisibile.
Nella pienezza del loro essere le donne che si guardano le une nelle altre attivano trasformazioni che aiutano tutti gli individui a fare un passo verso l’ignoto senza paura.

Il maschile spezza i cerchi, il femminile li crea: sono cerchi d’amore.

Ed ora è tempo di unione, non di separazione.

Madre Terra ci sostiene e ci vuole bene, lo sanno bene quelle donne che nella loro profondità riflettono l’amore del cosmo e dell’Universo. Non c’è separazione tra alto e basso.
Purtroppo questa nostra civiltà se ne è dimenticata e sta andando verso la sua fine.
Questo è allora un nuovo inizio per chi sa accettare l’amore del proprio buio.
Saranno le donne ad accompagnarci in questi anni anche se adesso sembra impossibile immaginarlo.
Ogni Era ha la sua musica, questa batte al ritmo di Madre Terra.

Luca Carli

La Danza delle Grandi Madri La Danza delle Grandi Madri
Dalla giovinezza alla maturità, dalla maturità alla giovinezza
Clarissa Pinkola Estés

Compralo su il Giardino dei Libri

In questo sito sono presenti cookies, continuando a navigare, compiendo l'azione di "scroll", o qualunque altro tipo di azione per procedere nella lettura dei contenuti, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi