Il numero della Persona: significato e interpretazione

Il numero della Persona: significato e interpretazione

Il numero della Persona corrisponde alla “maschera sociale”, l’atteggiamento esteriore che come un vestito – armatura, protegge l’ Anima dall’impatto col mondo esterno. Nasce quando dai 6-7 anni di vita iniziamo a formare la nostra identità e subisce molte influenze e condizionamenti. Indossare una maschera serve per farci accettare dagli altri e interagire così con le dinamiche che la famiglia la scuola e ogni altro contesto sociale ci mette di fronte. L’Anima è chi siamo veramente, la Persona è ciò che mostriamo agli altri. Molto spesso noi stessi ci identifichiamo con la nostra personalità e perdiamo il contatto con la nostra Essenza profonda. Per questo è utile conoscerla e utilizzarla al meglio.

Trova il tuo numero della Persona e la sua interpretazione. Se non ti ricordi come calcolarlo vedi qui.

Scopri anche Il tuo numero dell’Anima

(altro…)

OGGI TI INSEGNO

OGGI TI INSEGNO

Oggi ti insegno che si può rompere una promessa,

perché ciò che ci tiene legati per troppo tempo va affrontato e liberato.

Ti insegno che si può rivelare un segreto,

perché ciò che agisce nell’oscurità diventa pericoloso.

Ti insegno che i DEMONI sono ANGELI,

se li guardi da un’altra prospettiva e smetti di identificarti con la tua sofferenza…

…che è meglio rischiare di ESSERE SE STESSI che continuare a interpretare il ruolo che abbiamo imparato nel tempo,

perché ciò che brilla di più è la Verità.

Ti insegno ad amare, prima tutte le tue debolezze perché è da lì che arriva la vera forza…

…nessuno può dirti cosa fare, ma tutto è uno specchio a cui puoi rispondere Sì o No.

Ti insegno ad essere libero in prigione, perché non sono le condizioni esterne che ti limitano ma come tu le affronti.

Ti insegno che è bello stare insieme, ma anche perdersi nei momenti di solitudine, per capire CHI SIAMO…

…che ogni notte è magica, forse più del giorno, forse più di ogni emozione troppo forte.

La vera poesia è essere in EQUILIBRIO e saper ballare sopra il tuo Centro di Gravità.

Luca Carli 🙂

Il Buddha Ribelle Il Buddha Ribelle
Guida per la rivoluzione della mente
Dzogchen Ponlop Rinpoche

Compralo su il Giardino dei Libri

Nutri i Tuoi Demoni Nutri i Tuoi Demoni
Risolvere i conflitti interiori con la saggezza del Buddha
Tsultrim Allione

Compralo su il Giardino dei Libri

Cambiamenti in atto e Nuovo Ego

Cambiamenti in atto e Nuovo Ego

In questo articolo voglio descrivere quali siano i principali cambiamenti in atto in cui siamo coinvolti, soprattutto negli aspetti quotidiani della vita. L’evoluzione e i passaggi spirituali che stiamo attraversando ormai da tempo ci hanno fatto passare molte prove, più o meno dure, che finalmente vengono superate. Ricordo, a chi sta ancora soffrendo o vive stati interiori bui, che ogni fase è solo un passaggio e solo l’intenzione di avanzare verso qualcosa di nuovo può portare beneficio e a una soluzione. Stare fermi, nel significato evolutivo del termine, è davvero deleterio in questo periodo. Muoversi significa seguire quello che la vita ci porta, abbandonarsi al flusso, non nel senso di arrendersi alle prove della vita, ma invece coglierne il senso che hanno per noi e procedere con fiducia. Solo un Nuovo Ego può fare questo.

(altro…)

Il Peso del Giudizio

Il Peso del Giudizio

Attenzione cari amici nel non cadere nella trappola del “Io so cosa è giusto”. Avete iniziato la vostra strada verso la Libertà ? Avete preso quel biglietto fatto di tante domande e poche risposte? Se sì, allora aspettatevi di tutto e sappiate di non conoscere quasi nulla di ciò che avete davanti. Soprattutto non potete sapere cosa sia il giusto o lo sbagliato. E’ come seguire il sentiero per raggiungere il Palazzo di Smeraldo, nella storia del Mago di Oz.

C’era un sentiero che iniziava con una spirale e a seguire molti incroci, scorciatoie e vicoli ciechi. Ecco, quando iniziate il cammino, cosa potete sapere di cosa vi aspetta e tanto più di cosa sia giusto o sbagliato fare? Dorothy, la bambina della storia, non avrebbe mai pensato che gli spaventapasseri potessero parlare, eppure continuò il viaggio con un amico di paglia. E Dorothy avrebbe preso una strada diversa e la storia sarebbe andata in chissà che modo  se avesse pensato di sapere già la strada e non si fosse fidata del fiuto del suo cagnolino.

Ciò che possiamo comprendere è quello che abbiamo sotto il nostro naso, e tante volte nemmeno questo ci è chiaro. E la comprensione non passa dal giudizio. Il giudicare è solo un modo per non vedere quello che c’è sotto la Luce. Ecco che dal nostro Giudice interno nasce ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ed allora facciamo scelte condizionate da questo molte volte, soffrendo quando le nostre aspettative vengono disattese o pensiamo che qualcuno stia facendo una cosa sbagliata.

Camminate senza pesi, camminate senza il peso del vostro Giudizio, uscite da casa vostra.

Nel mago di Oz la famiglia di Dorothy resta indietro e come avrebbe potuto trovare la sua Via se avesse portato con sè un peso così enorme. Finalmente libera di sbagliare e di fare esperienza, di conoscere e di esplorare il mondo ha fatto il primo passo verso il palazzo di Smeraldo. Una meta che portava già dentro il Cuore, ma non sapeva di avere. Non poteva conoscerlo perchè non era mai stata in grado di spiccare il volo e spostarsi dentro sè stessa. Il peso della morale, del giudizio, della famiglia e anche dei suoi sogni la stava schiacciando. A cambiare le cose un Uragano arrivò a spazzare via quella sicurezza che poggiava sull’ipocrisia e da un evento in apparenza tragico è iniziata la sua nuova Vita. E’ successo così anche a Voi ? Dovete rispondere in modo sicuro e senza esitare, se siete come Dorothy. La risposta dovrà arrivare in modo veloce e deciso, senza titubare, dovete sentire in cuor vostro di avere passato l’Uragano altrimenti vi state ingannando. Dorothy era certa di aver iniziato il viaggio, tutto era più chiaro anche se il mondo così come lo conosceva non esisteva più, lasciando il posto a uomini di latta, leoni fifoni e maghi che erano solo fantocci.

E’ un percorso nella Favola della Vita, non è nulla oltre questo. E’ un gioco estremamente serio, che forse finirà con una risata o con un …”to be continued”. Potrebbe esserci un battito di scarpette rosse che vi riporterà a casa o un altro giro di giostra. Che ne sapete dove state andando? Personalmente so solo che ho iniziato qualcosa e voglio continuare, perché qualcosa al dì la della nebbia sta chiamando.

Non possiamo sapere cosa ci riserva questo percorso, possiamo solo continuare a compierlo, passo dopo passo, con estrema curiosità e stupore. Badate che quello che incontrerete a volte non vi piacerà mentre a volte vi riserverà bellissime sorprese. A chi parla di Gioia e Dolore, di via della sofferenza o di cammino nello splendore Io dico:

“Quel che c’è è li ad aspettarci.”

Aprite solo gli occhi cari amici, potrete scegliere se accogliere o rifiutare, se abbracciare o scappare se ridere o piangere. Man mano che avanzerete vi trasformerete, il tempo non esiste in questa dimensione che si chiama Realtà.

La Realtà è da qua in avanti, non è mai dietro di voi.

Non vi accorgete di aver vissuto nella menzogna e in una falsità perenne fino adesso? Ma se avete preso quel biglietto, bè non si torna più indietro. Non posso dire cosa vi aspetta, solo assicurarvi che le porte si sono finalmente aperte. E allora cosa importa ? Avete voluto compiere un viaggio proprio perchè sentivate che la Vita così com’era non faceva più per voi, perché c’era dell’altro.

Allora Io dico:

“Andate avanti, guardatevi intorno.”

Come un bambino scopre un nuovo gioco, come un bambino potrete anche cadere e farvi male, ma sa che c’è una Sapienza più grande a sostenere le cose. Vi auguro di incontrare la Realtà sia essa fatta di fate volanti, di un lavoro sicuro o di un Amore impossibile.

Sia ciò che sia ad incontrare il vostro sguardo e che le nebbie del tempo possano dissolversi al soffio del vostro respiro.

Una nuova Luce illumina il sentiero, mostra ciò che c’è e nulla più, senza inganni, senza compromessi, senza false speranze, senza promesse futili. Dal grigiore della casa di campagna di Dorothy alla luminosità del mondo magico, del mondo vero.

E’ la Vita che entra in noi, quando noi entriamo nella Vita.

Ancora una volta per augurarvi buon viaggio, in questo sentiero piastrellato d’oro, dove streghe e fate giocano la stessa partita.

Luca Carli

LA GIOSTRA DEL SOLE su facebook

La festa di Samhain

La festa di Samhain

“Uno splendido racconto frutto della conoscenza di un caro amico che ci riporterà all’essenza della festa di Halloween, facendoci entrare nel “bosco oscuro” della tradizione Celtica. Capiremo perché questi giorni sono così importanti soprattutto per coloro che compiono un viaggio di scoperta interiore e a volte si trovano a sollevare i veli dell’Invisibile dove si celano misteriose forze, arridenti o digrignanti ma sempre tasselli fondamentali del puzzle della Vita. Un racconto che è stato scritto per introdurre i bambini alla “Visione Celtica” intesa come profonda connessione a Madre Terra ed ai suoi Cicli. Nello studio e nel rispetto della Natura i popoli antichi prendevano spunto per comprendere la Vita nella sua totalità. A voi, buon viaggio…buon Samhain.”

 Luca Carli

LA FESTA DI SAMHAIN

– Nonno, nonno, cos’è questa festa di cui parlano tutti nel villaggio?

– E’ la festa più importante dell’anno, per noi che viviamo ancora in campagna.

Dovete sapere che i nostri antenati, vivendo a contatto con la terra, avevano imparato tante cose sulla vita e sui suoi cicli. Perciò sapevano che in questi giorni finisce la bella stagione e inizia l’inverno, che una volta era molto più duro di oggi perché faceva più freddo, non c’era il riscaldamento né molti cibi che si conservavano a lungo. Quindi, con questa festa si celebravano i raccolti della terra ringraziando gli Déi e si chiedeva conforto e aiuto per la rigida stagione che stava per cominciare.

In pratica, con questa festa finiva l’anno e ne cominciava uno nuovo.

– E’ una festa anche per noi bambini?

– Certamente. Questi sono giorni di festa per tutti, infatti, veniva dato da mangiare anche ai poveri che non possedevano niente. Si facevano grandi banchetti durante i quali si mangiava tutto ciò che non poteva essere conservato a lungo e si macellavano le bestie che si sapeva di non poter nutrire per tutto l’inverno.

Ma è una festa importante anche per altri motivi, più importanti e profondi. Infatti, per i Druidi, i sacerdoti degli antichi popoli celti, era un momento molto importante poiché in questi giorni le porte che ci separano dal mondo degli Spiriti sono aperte ed è facile per i vivi andare nell’Altromondo come per gli Spiriti venire nel nostro.

– Gli Spiriti possono venire anche in casa e portare via i bambini?halloIreland

– No, non avere paura. Ognuno di noi è protetto dagli Spiriti dispettosi, e poi i Druidi sono capaci di creare una protezione particolare per questi giorni. L’Altromondo è un posto dove puoi incontrare sia gli Spiriti birichini che quelli delle Fate e degli Elfi. Dipende da te, da come ti comporti e da ciò che pensi, e dalle paure che hai. Il modo migliore per attirare uno Spirito cattivo è averne paura. Tu pensa, invece, che se ti comporti bene, se sei sempre corretto e sincero, nulla ti potrà accadere perché sei nella Luce e protetto dalla Luce.

– Che cos’è la Luce, nonno?

– La Luce e l’Ombra sono le due parti di questo mondo, come la Vita e la Morte, come l’Estate e l’Inverno. E’ proprio questo che celebriamo in questi giorni: il passaggio dalla parte luminosa dell’anno a quella oscura. Ed è proprio nei momenti di passaggio, quelli che non appartengono né all’una né all’altra energia, che le porte dei mondi sono aperte e bisogna fare più attenzione. Ma non c’è nulla da temere; basta sapere cosa sta accadendo e comportarsi come insegnano gli Antenati.

In questi giorni si possono incontrare i morti che tornano sulla terra, ed è per questo che proprio oggi li onoriamo. Inoltre, questi sono i giorni per prepararsi all’inverno anche dentro noi stessi.

– E come si fa a prepararsi all’inverno “dentro”?

– Allora, devi sapere che anche l’uomo, come gli animali, le piante e le rocce, fa parte della Natura e né subisce i cicli. Quindi, come certi Animali e certe Piante vanno in letargo, così succede anche all’uomo, anche se in una maniera un po’ diversa. Il nostro modo di andare in letargo riguarda la nostra Anima, una parte invisibile di noi (o meglio visibile a pochi) che è quella che ci fa gioire davanti a uno spettacolo della Natura o soffrire quando vediamo un Animale che sta morendo o un bosco che brucia. E’ quella parte che ti fa amare certe persone senza sapere perché e ti fa salire il sangue alla testa quando vedi qualcuno subire una ingiustizia.

Bene, questa parte di tutti noi cresce, come cresce il corpo, ma si nutre di altre cose che sono la Conoscenza, l’adorazione degli Déi, l’Amore e il lavoro che facciamo per gli altri. E cresce attraverso la comprensione delle emozioni che certe volte ci colpiscono forte senza un motivo apparente.

Uno dei periodi più importanti per questo tipo di crescita è proprio l’inverno.Samhain-Mandala

– Perché, nonno, cosa accade d’inverno?

– Durante l’inverno l’attenzione dell’Anima passa dalle cose del mondo esterno a quelle del mondo interno, o interiore. L’uomo, durante l’estate, è pieno di energia perché la Natura, la Terra, è piena di energia; è il momento in cui i campi producono di più, il Sole è sempre alto nel cielo e tutti hanno voglia di stare all’aperto, lavorare e divertirsi. Poi, con l’inverno, viene il freddo, le giornate sono più buie e si ha naturalmente voglia di stare in casa. In questo periodo non si pensa tanto a uscire, a lavorare o divertirsi, ma si tirano le somme di ciò che è stato fatto durante l’anno trascorso e si fanno progetti per il futuro. Ma non si tratta solo dei progetti di vita o di lavoro, come la costruzione di una nuova casa, o della stalla per le nuove mucche, o del toro da comprare al primo mercato di primavera.

Si tratta, soprattutto, dei progetti che riguardano l’Anima: un bambino penserà di essere più buono, o di studiare di più e passare con un voto migliore a scuola; un adulto sentirà il desiderio di costruirsi una famiglia, di smettere di fare il vagabondo e pensare solo a divertirsi, oppure un altro farà i suoi progetti per crescere come Druido, fare i rituali alle feste comandate e aiutare la famiglia o il Clan a prosperare.

Queste sono alcune delle cose che dovevano fare i Druidi durante le celebrazioni di Samhain, che è poi il nome antico della festa di cui stiamo parlando: dovevano recarsi nell’Altromondo per onorare e ingraziarsi gli Déi affinché l’inverno non portasse malattie e morte nel Clan e dovevano onorare i morti e accompagnare nel loro mondo le Anime che si erano perse o che non volevano abbandonare la loro terra e la loro famiglia.

Ma ora basta parlare di queste cose: è ancora una bella giornata calda, e sicuramente avrete qualche scherzo da fare ai poveri commercianti che stanno preparando i loro banchetti per la festa. Fate colazione e poi correte in piazza.

Avete davanti tutto un inverno da trascorrere davanti al fuoco ad ascoltare le storie dei vecchi e il magico suono dell’arpa.

di Mario Manzana

a halloween crone

…E il Viaggio continua sulla pagina FACEBOOK

Tempo di partire

Tempo di partire

L’uomo non si pone più domande, non è più alla ricerca, si è lasciato morire da tempo. E le profezie di distruzione e Apocalisse si sono già avverate, sono già presente. Potremmo aspettare una seconda venuta, intanto quale sarà il Destino dell’Umanità?

Non è certo incoraggiante…

Vi era un tempo in cui al Centro, nel Cuore dell’Uomo dimorava il Sole. Quel Sole era la Via, quel Sole era il faro nelle Tenebre. Era il richiamo che Adamo inseguiva, dopo aver smarrito la strada di Casa. Ora c’è solo Buio su Buio. D’altronde viviamo nel tempo del Kali Yuga, un’epoca di distruzione e di ignoranza spirituale secondo la cultura Indiana. E se ci guardiamo bene attorno, non ci vogliono profeti o grandi intuizioni per comprenderlo. Non è più tempo dell’uomo, quello è finito da centinaia d’anni ormai, rimangono solo ossa come macabre reliquie a triste ricordo di un’Atlantide che fu. Un’età dell’Oro in cui uomini e Dei vivevano fianco a fianco, e dall’incontro dei loro sguardi nascevano stelle e nuove galassie. Un’unione che nell’Amore trovava la sua espressione più vera, nell’Arte le orme di un percorso interiore e nella musica e nella poesia soavi canti di Gioia. atl

Poi l’uomo si è perso dal momento in cui, dopo la caduta sulla Terra si è lasciato incantare dalle meraviglie del Mondo, dalle sue lusinghe. Proprio come la strega dei fratelli Grimm si nutre della giovinezza di Hansel e Gretel il mondo fa lo stesso con l’Essenza stessa dell’uomo. E per farlo ha ingannato, brillato come oro, nascondendo in realtà una trappola per la Vita. Ecco che in questa ragnatela si dimena inutilmente l’Umanità del Terzo Millennio, inconsapevole del suo Destino, abbuffandosi ancora di tutte le leccornie offerte, mentre l’odore fetido di Morte ricopre tutto. Il passo seguente tratto dall’Apocalisse di Giovanni fa proprio riferimento a questa ragnatela.
“La bestia obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte. Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza, calcoli il numero della bestia, perché è un numero d’uomo; e il suo numero è seicentosessantasei.” APOCALISSE 13:16-18nazi_zombie_army_1400

In bilico su questo orrore, il finale è già scritto ormai. La civiltà è già morta, morti che camminano le sue cellule. Allora lasciamo al suo triste destino l’Umanità e riprendiamoci noi stessi.

Ecco che dal buio può risorgere il nuovo seme. Ora è giunto il momento dell’Io, dell’individuo. E’ il Tuo tempo se avrai il coraggio di partire per il deserto e lasciarti tutto alle spalle. Questo cosa vuol dire? Significa sempre scegliere la Verità per la menzogna. Il deserto è arido certo, inospitale e mette alla prova la nostra sopravvivenza; ma pensandoci bene si cammina sempre sotto il Sole. Appunto per questo rappresenta la Verità, non per nulla i grandi profeti passarono in esso momenti importantissimi per la loro crescita (Gesù e Abramo ad esempio) «Vai via dal tuo paese, dai tuoi parenti e dalla casa di tuo padre, e va’ nel paese che io ti mostrerò» (Gen. 12:1).
Abbandoni tutto ciò che conosci, abbandoni le tue sicurezze (sono davvero tali?) lasci ciò che conosci di te stesso, della terra dove vivi, delle persone che ti circondano, della casa che ti sei costruito intorno e parti per la vastità del deserto. Detta così non sembra invitante come cosa. Bé sappi che le case crollano mentre il deserto nasconde tesori. Sappi che nel tempo della distruzione il miglior posto dove trovarsi è in un luogo di passaggio tra il Vecchio e il Nuovo. Oltre la sabbia e l’ultima duna c’è il mare, e una nave sta salpando per il Nuovo Mondo. Ultimo richiamo, chi è in grado di udire ascolti:
Morte certa, questo il destino di chi resta aggrappato al mondo!

Photoshop_Mirror_014819_

Entra nel tuo deserto, scopri di essere talmente vasto da poter perderti in te stesso. Ancora una volta, rivolgi lo sguardo dentro, il mondo è solo un riflesso di Chi Sei. Ma un riflesso non è l’immagine reale. Ecco il senso della ricerca, della domanda. Chi non ha scopo, chi non ha sete è solo colui che si è fermato, che guardando lo specchio ha creduto di aver terminato il Viaggio. Un altro passo questa volta dal Vangelo di Luca, che ci mette in guardia proprio da questo:

“Ma guai a voi, ricchi, perché avete già ricevuto la vostra consolazione. Guai a voi, che ora siete sazi, perché avrete fame. Guai a voi, che ora ridete, perché sarete nel dolore e piangerete. Guai, quando tutti gli uomini diranno bene di voi.”
Luca 6,24-26

E’ il senso del Viaggio, della scoperta. Se pensi di essere arrivato da qualche parte, di aver placato la tua sete e la tua fame ti stai ingannando, perchè ciò che hai tra le mani è solo illusione. Ecco che solo coloro che sono nel deserto, e questo in ogni momento della vita, stanno trovando veramente un grande tesoro. Perché è come permettersi di vivere al di fuori dagli schemi, al di fuori della famosa Matrix di Wachowski, al di fuori da tutto ciò che ci limita e ingabbia. Saltiamo fuori dal mondo e andiamo a scoprire dove siamo. Questo è il momento per farlo, perché tutto ciò che è destinato a morire se ne sta accorgendo e digrigna i denti, serra le fauci, come una bestia braccata diventa feroce e non molla la presa.

Allora parti ! Fludd-SublimeSun(744x721)
Sotto il caldo cocente della Verità si bruceranno le scorie del mondo, tutte le menzogne saranno lasciate alle spalle. Tutti i fardelli i pesi, le cose inutili attraversando il deserto dovranno essere abbandonate, altrimenti non si avanza. Ecco perchè è così importante incamminarsi verso il Sole. Al termine di questa distesa di sabbia, arriviamo finalmente liberi ai piedi di una montagna, finalmente nudi e soli con noi stessi. Allora sì la scalata potrà avvenire, lungo il Sentiero dello Spirito a ritrovare finalmente quel Dio che abbiamo lasciato, per ritrovare finalmente il nostro volto. Ecco la domanda, a voi cari amici trovare la risposta.
Se il Mondo è solo un mio riflesso, Io dove Sono?

Luca Carli

…E il Viaggio continua sulla pagina FACEBOOK

Un Nuovo Mondo

Un Nuovo Mondo

Condivido con Voi cari compagni di Viaggio un sentire, stati d’animo che mi pervadono in questi giorni. Vedo con sconcertante chiarezza tempi che si stanno avvicinando, che sono già presente in realtà. Dal futuro si avvicina un’onda impetuosa.

Come latenti da tempo si stanno destando forze di cambiamento.
Come se si fosse arrivati alla fine di un ciclo e si stesse per fare un salto importante verso l’alto, confini tra interno ed esterno che si fanno sempre più labili, e da questi spiragli, entra una luce abbagliante. Porta pace, armonia, serenità, ma anche dolore, resistenza e paura se si chiudono gli occhi.
Perché è una luce che è venuta per spazzare via tutto ciò che ormai non produce più frutto, a sradicare ciò che è marcio. E’ una Luce che da la Vita e la toglie allo stesso tempo.

E in questo gioco se mi ritrovo in mezzo riesco ad osservare con profondo stupore e meraviglia, se sono al Centro nulla può toccarmi o farmi del male. Nel Centro non esiste paura, diversità, perchè il Centro è Vuoto. Come uno specchio riflette solo quello che c’è. Quando mi identifico con certe parti di me, con certi meccanismi, ne vengo travolto e mi perdo; sarò diviso e spezzato.

La ricerca dell’Unione, lo scendere dentro di Sé sempre più in profondità, in questi strani giorni è quantomai necessario per poter vedere l’Alba di un Mondo Nuovo.

Ci sono forze più grandi di Noi che si stanno muovendo e ne facciamo parte a nostra volta, perché le abbiamo chiamate da tempo. E loro stanno rispondendo.

E’ quello che sta avvenendo adesso, sono qua per noi, se solo sappiamo essere ben radicati a terra e con lo sguardo rivolto in alto. Un messaggio che mi è arrivato come Intuizione è che “Si può non soffrire” che da ora in poi non è più necessario il sacrificio. Ci sarà dolore e paura certo in varie occasioni, siamo esseri umani e giochiamo questo ruolo, ma con una salda fiducia. Come nell’abbraccio della Madre siamo accolti e coccolati.
Una battaglia si sta compiendo e noi siamo destinati a risorgere, a esserne protagonisti.
Tante cose vecchie stanno crollando, con fragori assordanti a volte, ma è solo il preambolo a quella Luce che pian piano sta nascendo sempre più vivida.

Restate fermi, saldi sulle vostre posizioni, sguardo fisso, cuore aperto e spade in alto; non temete l’oscurità, domani sarà un nuovo giorno, restate a guardare.

Grazie di avermi accompagnato fino quì,

Luca Carli

In questo sito sono presenti cookies, continuando a navigare, compiendo l'azione di "scroll", o qualunque altro tipo di azione per procedere nella lettura dei contenuti, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi