Discorso non retorico sulla Guerra

Discorso non retorico sulla Guerra

Sentiamo parlare di tanti motivi per cui si fa la Guerra ma mai dei veri motivi per cui non si fa la Pace. La pace è scomoda, porta silenzio, porta ascolto, porta l’uomo a domandarsi cosa ci fa adesso in una certa situazione. L’essere umano potrebbe rendersi conto che la sua situazione attuale non lo soddisfa e lo porterebbe a ribellarsi al sistema, alle civiltà e ai suoi modi di accontentarsi e accettare quello che c’è con ignobile indifferenza, a ribellarsi a se stesso
 
Poi sentiamo parlare dei motivi della guerra, una serie di idiozie senza senso che non sto qui a rivangare. In realtà la guerra è solo una prevenzione alla ribellione dell’individuo. Significa infatti incutere timore, far credere di essere inermi e in balia di terroristi o dittatori impazziti; è far credere di essere divisi sulla terra, di dovere avere un nemico da lottare fuori sé stessi, che esistono le razze e le differenze religiose od economiche. Ma io e te quanto siamo diversi in realtà? 
La guerra è il deterrente che il Re del Mondo ha sempre applicato per evitare che ognuno di noi intraprendesse una sana guerra interiore contro le proprie paure, contro le proprie ombre, contro la propria idea di dover essere qualcosa che hanno deciso altri, quelli più forti e potenti. Per questo facciamo la Guerra fuori, dilaniamo corpi, spezziamo vite, diffondiamo odio e sofferenza: uno dei tanti modi per il Re del Mondo di tenerci dei buoni schiavi obbedienti, tutti contro l’altro e mai a discutere su noi stessi.
 
Solo quando inizieremo a guardarci dentro e dare importanza ai nostri conflitti interiori e meno alla Guerre esteriori allora potremmo iniziare a parlare con più onestà anche di pace. La buona notizia è che la responsabilità è di ognuno e quanto più ciascuno di noi riuscirà a disarmarsi, lasciando andare le maschere con cui ha agito nel mondo fino ad oggi (paura, vanità, vittimismo, falsità…), tanto più scoprirà cos’è la pace.
Il significato dei Numeri Maestri

Il significato dei Numeri Maestri

Vediamo in questo articolo il significato dei principali numeri maestri, cioè quei numeri con cifra doppia che per la Numerologia sono particolarmente importanti per il loro valore simbolico ed energetico, dandone anche una interpretazione psicologica e pratica che possa essere utile quando veniamo a contatto con essi.

(altro…)

La sequenza 2-4-8

La sequenza 2-4-8

Dal 2 che crediamo di essere all’8 che siamo

Approfitto della domanda dell’amico Roberto per questa piccola riflessione numerologica sul significato della sequenza 2-4-8, ricordando che i numeri non sono mai solo cifre con cui definiamo delle quantità, ma anche simboli, rappresentazioni psichiche di ciò che l’Universo può comunicarci in un determinato momento.
 
Il numero 2 riguarda la relazione e la polarità, il 4 l’aspetto materiale e terreno e l’8 la sua trascendenza per riscoprirsi parte di una Unità…questa sequenza di numeri pari e quindi ricettivi, femminili accoglienti parlano della relazione con:
  • con Te stesso —>2,
  • con gli altri —> 4,
  • con ciò che in te è Divino —> 8
 
è quindi come una cipolla a tre strati, in cui:
.nella parte più esterna sta la “maschera sociale”, ciò che pensiamo di essere (2),
.in quella intermedia il nostro rapporto con gli altri e quello che possiamo essere e fare nel mondo (4)
. nello strato più profondo la vera essenza l’8 che altro non è che un 2 al cubo, elevato 3 appunto, come il numero di questi tre strati distinti.
 

Il messaggio della sequenza numerica 2-4-8

 
Il messaggio della sequenza 2-4-8 è  che tutti questi diversi aspetti con cui interagiamo con il mondo coesistono allo stesso momento e sono frutto di un duplicazione, di una proiezione che facciamo al di fuori, proprio come avviene quando proiettiamo la nostra immagine su di uno specchio.
 
Ciò che vedo fuori nel mondo sono sempre e solo IO!
 
Ciò implica che l’immagine proiettata cambia e si trasforma solo se cambio e mi trasformo, agisco cioè su me stesso e sui miei strati interiori, sapendo che l’immagine riflessa risponderà allo stesso modo. Un’altra chiave di lettura è il riconoscere in se stessi sia il livello più sociale, la maschera che di volta in volta indossiamo, utile per “adattarci” al mondo così com’è (in famiglia, al lavoro, con gli amici, in palestra etc…), e quello più profondo che è la nostra essenza più vera desiderosa di manifestarsi il più possibile, l’Anima.
 
Quando agiamo consapevolmente in noi stessi, osservando ciò che siamo in un dato momento e lasciando spazio a ciò che vuole manifestarsi, cambiamo il nostro mondo e eleviamo il 2 sempre più a un 8 che altro non è che il simbolo dell’Infinito, come a voler dire: siamo talmente grandi, infiniti e vasti che sarebbe un peccato credere di essere solo un 2 e limitarci a quello che l’immagine riflessa ci rimanda.
Andiamo oltre all’illusiione e vediamo come il mondo può essere privo di realtà oggettiva e risponde solo a ciò che crediamo di essere:
 
Se mostriamo, cioè ci identifichiamo, con atteggiamenti paurosi, timorosi e inadeguati il mondo sarà per lo più angoscioso, sbagliato, mai abbastanza buono.
Se ci identifichiamo con atteggiamenti coraggiosi, amorevoli e di crescita, il mondo sarà ricco di occasioni, per lo più buono, e in cambiamento continuo.
 
Per farlo bisognerà prima riconoscere di essere nell’illusione che crediamo cioè di essere in un certo modo e basta, per scoprire che possiamo essere in molti modi nuovi e più interessanti, per lo più celati in quell’8 che è la nostra Anima, il centro della nostra “cipolla psichica”, il Re e la Regina che siamo.

Il 4 come ponte tra 2 e 8: al pensiero segue l’azione

 
Il ruolo di ponte tra il 2 e l’8, cioè tra ciò che crediamo di essere e quello che siamo, lo fa in questa sequenza il 4, la materia, la terra, la fisicità, il corpo. Come a dire che solo facendo, praticando, mettendosi all’opera su se stessi si può diventare e ottenere ciò che vogliamo.
In poche parole ciò che sai di dover fare devi farlo!
Se sai di dover parlare con il tuo capoufficio per ottenere quell’aumento che desideri tanto ma non lo fai perchè hai qualche timore o paura nulla cambierà. Molto semplicemente la paura è qualcosa in cui credi, che pensi, che immagini di avere ma è un altro velo, illusione o maschera.
Non agendo cadrai di nuovo nel 2, nella separatività, nella divisione, nella scissione tra ciò che vorresti fare e ciò che in realtà fai o “non fai”. Solo agendo secondo ciò che il tuo 8 latente ti sta suggerendo ( nell’esempio parlare con il capoufficio) allora cambierà il tuo mondo.

La paura ce l’hai, non la sei

Ma io ho paura! – potresti ribattere. Si, la paura ce l’hai, ma non la sei.
Tu hai la paura, ma non sei la paura, tu hai un timore, una vergogna, un senso di colpa, ma non sei questi atteggiamenti. Loro ti hanno! Sbarazzatene, vai oltre e prosegui. Per poterlo fare bisgona proprio distaccarsene ed è appunto quel primo passo il riconoscimento, con cui si prende le distanze dai propri vossuti emotivi e mentali, sentendo di essere cosa altra da loro. In quel modo puoi agire, altrimenti sarai talmente identificato con la paura da non poter nemmeno intravedere l’opportunità di fare qualcosa. Una volta prese le distanze puoi scegliere di proseguire e agire.
In altri termini se le conquiste interiori non hanno una loro manifestazione esteriore a poco valgono, poichè non conducono a nulla se non a una maggiore illusione di cambiare.
Si raggiunge un punto solo camminando verso quel punto, si può diventare un manager solo agendo da manager, si può risolvere un conflitto interiore solo scegliendo di risolverlo, mettendo in atto tutti gli atteggiamenti possibili e pratici per falo.
Si medita solo meditando, non pensando di farlo. Dal 2 all’8 quindi le mani devono essere messe in pasta, entrare nel materiale, poichè solo così un’idea teorica può manifestarsi realmente e portare alla gioia e ai risultati auspicati.
Questo non significa sforzarsi di fare qualcosa che sarebbe mettersi al lavoro, pensando invece al riposo, ma bensì giocare con l’azione, che significa fare per il gusto di farlo. Solo nella parte più densa dell’esistenza si possono ottenere i risultati più elevati spiritualmente, così come solo piantando un piccolo seme nella terra si potranno gustare gustosi frutti.
 
A questo punto, quando siamo praticamente operosi su noi stessi il gioco è fatto e il Re o la Regina che siamo sono pronti a manifestarsi, perchè prima con il riconoscimento della propria condizione e poi con l’azione consapevole si oltrepassa quella soglia tra illusione e realtà, in cui tutto è possibile e basta volerlo essere, fare e diventare.

(altro…)

George Michael vita e morte nei suoi Numeri

George Michael vita e morte nei suoi Numeri

É morto George Michael, un altro grande artista della musica. Dopo David Bowie e Leonard Cohen tra gli altri, il 25 Dicembre 2016 ci lascia anche questa famosissima, discussa, magica star. Le stelle si sa, tornano sempre da dove sono venute per brillare forse, ancora di più. Scopriamo allora cosa ci racconta il suo Tema Numerologico. Possiamo notare subito l’importanza per lui del numero 25 presente sia nella data di nascita che nella data di morte. Un fanciullo che non è mai cresciuto veramente come vedremo, ma che ha ricercato attraverso il suo girovagare e rappresentato 5, l’amore di un padre e una madre, rappresentato dal 2.

(altro…)

La nevrosi della società e come liberarsene

La nevrosi della società e come liberarsene

L’essere umano contemporaneo si sente sempre più vittima di due forze contrapposte, come ostaggio di spinte che vanno verso direzioni contrastanti. Essendo nell’esatto punto di mezzo di una frattura tra ciò che sente nel profondo e ciò che è spinto a fare dalla società, ogni individuo è chiamato a delle scelte radicali.

Questo articolo vuole essere uno spunto di riflessione per tutti coloro che sono consapevoli di trovarsi in questa situazione, dando una possibilità di risoluzione verso un cambiamento evolutivo. Cosa fare per uscire da questa forbice e liberarsi da ciò che blocca la nostra naturale crescita? Vediamolo insieme.

(altro…)

Tu hai la Chiave

Tu hai la Chiave

Per te caro amico e cara amica, che stai cercando la tua strada e a volte, puoi sentirti perso e senza alcuna direzione. Quando senti di non aver più la terra sotto i piedi o che tutto sta cambiando troppo in fretta e non riesci a starci dietro. Quando non sai più chi sei e il mondo sembra grigio e non vedi il senso nelle cose che stai facendo. Quando ti guardi allo specchio e vorresti essere altrove, avere soluzioni, cercare modi giusti per essere, fare, diventare.

A te caro amico e cara amica dico che anche nell’Ombra si nascondono grandi tesori.
La chiave che stai cercando è sempre vicina a te, magari sepolta da anni di dubbi, domande, troppe convinzioni. Magari se lasci che il vento del dubbio, del non sapere, della confusione spazzi via quella polvere allora la ritroverai.

(altro…)

A chi stai dando il tuo potere?

A chi stai dando il tuo potere?

Applichiamo un pò di magia, prendendo come spunto l’evento di oggi sui risultati delle elezioni americane. Questo esempio possiamo riportarlo in ogni altro contesto della nostra vita.
Scopro che ha vinto le elezioni americane Donald Trump. Ne prendo atto.

Mi domando. Che significato ha PER ME questa notizia?

Mi colpisce (sia in negativo che in positivo?), mi attira in qualche modo? Probabilmente sì.
Riflettendoci bene però forse è perchè ne parlano tutti, su facebook, in tv, i colleghi etc…
Se nessuno ne parlasse o non avessi accesso computer o altro, ne sarei ancora così attratto?
Probabilmente no.

Allora mi accorgo con stupore che, a causa di un condizionamento collettivo, sto dando importanza e quindi un “enorme potere” non ha me stesso, ma a un personaggio che non conosco davvero, ma di cui tutti parlano e dicono la loro, a cui attribuisco la capacità di condizionare la mia realtà di oggi. Bene. Ne prendo atto.
Adesso provo a distogliere l’attenzione dall’inganno che oggi si chiama “Ha vinto Donald Trump”, e riporto su di me quell’enorme potere che stavo regalando a qualcun altro, proprio come sta facendo la maggior parte delle persone.

Mi accorgo che non mi interessa più cosa succede oltreoceano, in un luogo che forse non ho mai visto, in un contesto (la politica ad esempio) che non ho mai compreso davvero.

Da quando esisto sono il Presidente della mia realtà.
Oggi ho vinto Io, oggi sono Io il Mago Potente.
Detta fra noi, mi fido più di me stesso che di chiunque altro.

E tu, a chi stai dando il tuo potere?…

i-want-you-for-an-adventure

Cambiamento…ma con consapevolezza

Cambiamento…ma con consapevolezza

È innegabile, grandi cambiamenti di coscienza stanno avvenendo, derivati in parte dagli eventi esterni che ci costringono a guardarci dentro con onestà, e in parte dovuti a una spinta spirituale interiore che cresce sempre di più. Possiamo certamente farci trasportare dalla corrente di questo fiume in cambiamento.

Quello che è fondamentale è però farlo con consapevolezza.

(altro…)

Cambiamenti in atto e Nuovo Ego

Cambiamenti in atto e Nuovo Ego

In questo articolo voglio descrivere quali siano i principali cambiamenti in atto in cui siamo coinvolti, soprattutto negli aspetti quotidiani della vita. L’evoluzione e i passaggi spirituali che stiamo attraversando ormai da tempo ci hanno fatto passare molte prove, più o meno dure, che finalmente vengono superate. Ricordo, a chi sta ancora soffrendo o vive stati interiori bui, che ogni fase è solo un passaggio e solo l’intenzione di avanzare verso qualcosa di nuovo può portare beneficio e a una soluzione. Stare fermi, nel significato evolutivo del termine, è davvero deleterio in questo periodo. Muoversi significa seguire quello che la vita ci porta, abbandonarsi al flusso, non nel senso di arrendersi alle prove della vita, ma invece coglierne il senso che hanno per noi e procedere con fiducia. Solo un Nuovo Ego può fare questo.

(altro…)

In questo sito sono presenti cookies, continuando a navigare, compiendo l'azione di "scroll", o qualunque altro tipo di azione per procedere nella lettura dei contenuti, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi