Il Reiki è la tecnica energetica che pratico ormai da anni ed ogni volta mi sorprendo di quali siano i benefici sia sul piano fisico, emotivo e spirituale. Descrivo quì di cosa si tratta e perchè funziona.

Reiki ed Energia

Ho conosciuto il Reiki, come spesso accade, quasi per caso, e probabilmente ero nel posto giusto al momento giusto. C’è stata subito attrazione tra me e questo tipo di tecnica. Il Reiki è una pratica spirituale nata in Giappone all’inizio del ‘900 riscoperta da un monaco cristiano Mikao Usui. Porta al riequilibrio dell’energia individuale di ogni persona con quella Universale, che tutto circonda. La pratica, si rifà sicuramente alle tradizioni orientali ed al concetto di Energia, chiamato Ki dai cinesi e Prana dagli indù. Questi popoli ben sapevano, come stiamo scoprendo in occidente grazie alla fisica quantistica, che tutto ciò che forma il nostro Universo è in ultima analisi una forma, più o meno aggregata e densa di vibrazione energetica. E’ stupefacente come già gli antichi facessero coincidere la creazione dell’Universo con l’emissione di un suono primordiale, o verbo. Tutti i popoli, sorprendentemente, è come conoscessero perfettamente che Tutto è fatto di vibrazione, onde energetiche che si muovono nello spazio, formando tutto ciò che conosciamo. Pensieri, materia, emozioni, stelle e galassie sono tipi di vibrazioni energetiche e quindi anche l’uomo stesso fa parte di questa struttura. La vita è intesa quindi come ritmo e vibrazione. Ecco perchè nel Reiki si parla di energia e la parola stessa formata dagli ideogrammi giapponesi Rei + Ki intendono l’unione tra l’Energia Universale (Rei) e l’energia del singolo individuo (Ki). E’ come se ognuno di noi fosse immerso in un campo energetico e quanto più è in sintonia con questo, tanto più starà bene fisicamente e psicologicamente, influenzando a sua volta positivamente tutto ciò che lo circonda.

Vedi quì per altre informazioni

Le mani nei trattamenti Reiki

Ho iniziato a praticare questa tecnica appena l’ho scoperta, frequentando quindi i corsi e le varie attivazioni che fanno parte di questo percorso. Comunque sia è un tipo di pratica che davvero possono scoprire tutti anche senza frequentare scuole o seminari. Funziona per lo stesso principio per cui quando abbiamo mal di testa o mal di pancia, appoggiamo le mani istintivamente in quel punto, e ne ricaviamo un immediato sollievo, anche se solo temporaneo. Perché fare questo funziona o ci da comunque beneficio? Utilizziamo la nostra naturale capacità di auto-guarigione sfruttando proprio il concetto di energia. Appoggiare le mani, punto peraltro ricchissimo di canali detti meridiani dove scorre l’energia, equivale a creare un collegamento perché questa possa fluire al meglio. In definitiva possiamo dire che dove sentiamo dolore o disagio fisico c’è un blocco energetico, cioè uno scorrere non fluido e regolare. Questo causa il dolore, che diventa quindi un campanello d’allarme, un avviso che il nostro corpo ci manda per avvisarci che qualcosa è in disequilibrio. Appoggiare le mani significa prima di tutto accorgerci di questo, prendercene cura e creare proprio un flusso che riporta lentamente la situazione ad uno stato normale. Questo è un piccolo esempio per capire il funzionamento e perché nei trattamenti base del Reiki si utilizzano le mani.

Diventare canali Reiki

Il primo approccio con il Reiki è quindi l’utilizzo delle mani. Si impara ad utilizzare la propria sensibilità unita all’intenzione di voler riportare benessere in un certo punto. Ci si collega con la centratura del cuore all’Energia Universale e si sente fluire all’interno del proprio corpo l’Energia Reiki che potrà essere utilizzata nei trattamenti, su sè stessi e sugli altri. Si diventa quindi canali o trasmettitori, in ascolto e in servizio dell’energia. A differenza della pranoterapia o di altre tecniche energetiche non si utilizza il proprio potere personale per intervenire sul campo energetico della persona che ci richiede il trattamento Reiki. Un bravo operatore è prima di tutto un canale, quanto più neutro, perché l’intelligenza della vita possa lavorare, senza quindi intervenire attivamente, ma lasciando scorre. Certo bisogna seguire quello che si sente, avere fiducia che l’energia Reiki che sta scorrendo dentro di sè sappia bene dove andare. Semmai chi guida è chi sta ricevendo il trattaemento perchè è il suo campo energetico che richiede uno scioglimento di qualche blocco, una guarigione o altro.

Psicosomatica e Reiki

Per questo il Reiki è una tecnica che mi piace tantissimo. Da ad ognuno di noi la responsabilità del nostro benessere fisico, ma anche psicologico e spirituale. Il piano fisico è solo il più denso dei piani in cui ognuno di noi esiste. C’è naturalmente  anche quello mentale, ma non dimentichiamoci di quello emotivo e spirituale. Ecco perché oggi siamo tanto interessati alla psicosomatica. Sappiamo infatti che molte malattie o disagi fisici sono un segnale che qualcosa sugli altri livelli è in disfunzione. L’asma ad esempio è legata ad un senso di soffocamento, soprattutto sul piano emotivo, per cui una parte di noi si sente compressa e schiacciata. Ad esempio un naturale desiderio di libertà e scoperta viene frustrato da una vita monotona e vincolante. Ecco che la respirazione si fa affannosa e possiamo avere degli attacchi, ma senza apparente ragione. Questo è solo un esempio, ce se sarebbero a centinaia, ed ognuno sa quale sia il modo con cui il proprio corpo comunica delle esigenze. Il Reiki agisce quindi anche su questo piano, cercando di liberare questo blocco emozionale che, se la persona è pronta, può essere riconosciuto e lasciato andare.

Perché il Reiki funziona

Ma perché il Reiki? Nel Reiki ci si affida all’Energia Universale, non c’è saggezza più forte e grande di questa. E’ come una fonte di intelligenza e purezza infinite che tutto conosce e governa. Andare a collegarsi con questa fonte significa creare un ponte tra Cielo e Terra, riportando nella concretezza della materia la sapienza spirituale. Ecco che certe dinamiche psicologiche attraverso i trattamenti Reiki possono essere identificate e rimesse in discussione. Ci mostra le nostre maschere, gli schemi in cui stiamo molto tempo senza accorgercene e ci permette di sentire che siamo anche molto altro e al nostro interno c’è un Universo in movimento e crescita.

Siamo essere spirituali certamente, ma a cosa serve se non riusciamo a vivere bene nella quotidianità?

Il Reiki aiuta a riportare equilibrio che significa evoluzione e crescita. Equilibrio significa movimento e ritmo, il blocco fisico-emotivo o psicologico è invece una forma di stop a cui siamo arrivati nella nostra evoluzione. Ecco perchè il Reiki funziona, getta un ponte al di là di ciò che conosciamo di noi stessi, verso una nuova e più sana visione della vita. I trattamenti possono essere effettuati anche a distanza con un collegamento tra operatore e ricevente che è di tipo mentale. Ciò avviene in una dimensione non limitante, fuori dai concetti illusori di spazio e tempo. Personalmente i trattamenti a distanza mi affascinano tantissimo e ormai ne ho praticati molti, tutti con risultati sorprendenti.

Reiki e crescita personale

La cosa che mi commuove quando chiudo gli occhi e metto le mani al centro del petto, preparandomi per il Reiki, è sentire che siamo tutti parti di una stessa essenza che ci abbraccia tutti indistintamente. Chiamiamola Vita oppure Dio, oppure Energia universale, poco importa il nome che possiamo darle. Tutti siamo partecipi di questa esistenza e il contributo della nostra crescita personale è un passo in avanti per tutti quanti; una lacrima finalmente versata è un nodo sciolto per tutto l’Universo e un sorriso che torna sul volto di qualcuno è il sorriso di tutti. Reiki è Energia, ma lo siamo tutti infine e possiamo anche chiamarla musica, un ritmo d’amore di cui tutti facciamo parte.

Se siete curiosi anche voi di scoprire i benefici di un trattamento Reiki andate quì per maggiori informazioni.

In questo sito sono presenti cookies, continuando a navigare, compiendo l'azione di "scroll", o qualunque altro tipo di azione per procedere nella lettura dei contenuti, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi