Come state? Bene o male dipende forse dalla realtà esterna effettiva oppure da come vi informate su di essa? O forse ancora, la risposta dipende da come volete stare.

Io propendo per quest’ultima ipotesi.

Siamo influenzabili (e non è una parola a caso) solo se vogliamo esserlo, solo se permettiamo che la malattia psichica o fisica ci colga.

Il mondo oggi è malato, certamente a livello psichico, è sotto gli occhi di tutti. Insicurezza, paura ed incertezza che nascono nella mente e nella percezione del mondo poi creano risultati apparentemente tangibili nella realtà e allora arriva la crisi, l’epidemia, la bancarotta, il lockdown…Nessuno è al sicuro perché tutti siamo vulnerabili al nostro stesso grado di “influenzabilità”.

C’è chi dice che sopravvive chi si adatta meglio, ma forse è vero il contrario…Oggi adattarsi significa ammalarsi, ciò fare accadere ciò che la maggioranza vuole vedere succedere.

Sopravvivere quindi significherebbe appunto solo questo, “vivere sopra la vita” e schiacciarla sotto i colpi dell’informazione che ti informa su come devi stare: male, per essere come tutti.Oggi perciò vive davvero chi non si adatta ma prosegue il suo percorso individuale e apre Vie nuove, solitarie, rivoluzionarie.

Chi lo fa preferisce essere in salute piuttosto che capito e compreso dagli altri. A questi individui deve andare il nostro plauso e sostegno indiretto perché stanno aprendo spiragli di speranza per il cambiamento di un mondo che così com’è può solo morire…Sono individui che preparano nascite, per questo sono soli e vogliono esserlo per avere più spazio e indipendenza.

Sono individui non influenzabili, sani e per nulla contagiosi. Per imparare qualcosa da loro infatti non basta stare ad ascoltarli, come avviene in negativo con il contagio informativo.

Ci vuole un atto di volontà.

Lo scopo di chi condivide informazioni nuove non è proporre idee, ma aprire spazi al Vuoto, in modo da fare percepire che la verità oggettiva non esiste, se non è sperimentata in se stessi come tale. Ed ognuno ha la sua esperienza perfettamente armonizzabile con quella altrui, se è autenticamente originale. Queste persone, ce ne sono tante che seguite nei loro profili social, vogliono che ogni essere umano crei Vie individuali nuove…cosi da formare un albero ramificato ricco di frutti, abbandonando lo stelo morente su cui ci siamo aggrappati per troppo tempo.

Luca Carli

Consulti a distanza:lucacarli87@gmail.com

Il mio nuovo libro

“Discorso con il Fauno, Dio e la Luce” è gia acquistabile->https://amzn.to/3moE400 discorso con il fauno dio e la luce