Cosa sono i Legamenti d’Amore? Sono dei riti magici atti a fare “cadere in amore” qualcuno o fare ritornare il partner che ci ha lasciato. Almeno queste sono le promesse. Vediamo perché queste pratiche siano da evitare e quanto sia meglio e più importante lavorare su se stessi per risolvere eventuali blocchi emotivi che impediscono un rapporto sano con la relazione d’amore.

Esistono incantesimi, rituali e preghiere che portano una persona a legarsi a noi contro la sua volontà. Già questo dovrebbe farci desistere da compiere tali pratiche. Eppure da sempre sono noti questi incanti e pozioni nel mondo della magia e delle arti esoteriche. Ancora oggi se ne fa uso e ci si sente in diritto di chiedere questo tipo di pratiche e atti d’amore.

Purtroppo quello che si otterrebbe è solo un amore presunto e ingannevole. Se anche dovesse funzionare (a volte il potere di suggestione e di uso dell’energia porta ad un effettivo risultato), dopo poco se ne scoprirebbero gli effetti nefasti.

La persona che avremmo attirato a noi con questo espediente magico si rivelerà ben presto ai nostri occhi diversa da come l’avevamo immaginata. Dal desiderio e dal mondo magico e immaginifico cominceremo a vedere una realtà meno idilliaca. Vedremo i pregi ma soprattutto i difetti della persona che abbiamo attirato o riconquistato con queste pratiche, con però il problema che sotto sotto il suo stare con noi non è stata una scelta, ma una imposizione. L’energia se utilizzata per fini egoistici che non prendano in considerazione l’altrui libertà si rivela controproducente, attirando a noi effetti inaspettati.

È triste come si assista ancora a queste pratiche di legamenti d’amore. Già la parola stessa dovrebbe farci storcere il naso. Legare a se un’altra persona è la condanna autoimposta ad una condizione di schiavitù, sia per chi la vuole sia per chi la subisce.

Dove possono agire allora le pratiche energetiche e magiche nel campo dell’amore? Su nessun altro se non su noi stessi. Se non troviamo la persona giusta con cui stare bene signfica che prima di tutto non abbiamo un buon rapporto con noi stessi.

Questo cattivo rapporto con se stessi deriva innanzitutto dalla percezione che abbiamo su chi siamo. Maschere sociali e pressioni esterne ci hanno allontanato dalla nostra natura più vera.
Cerchiamo allora nell’altro qualcuno che ci capisca e che ci dia conforto, lenendo ferite antiche. Ma nessuno può prendersi a carico di questo amore mancato per noi stessi.

Nemmeno la magia o le pratiche energetiche possono farlo se l’individuo non si prende la responsabilità della sua crescita personale e guarigione. In caso contrario parliamo di palliativi o magia nera che tenta di manipolare, promettendo soluzioni facili. Un pó come l’aspirina quando abbiamo il mal di testa. Certo ci può sembrare efficace, ma il dolore sopratutto se cronico ha radici ben più profonde che vanno scoperte e guarite alla radice.

Queste ferite d’amore sono essenzialmente 3.

1. La ferita di abbandono con cui si è vissuta la mancanza di una figura importante come il padre o la madre. Abbiamo imparato a rompere le relazioni o a essere lasciati, per la convinzione di non meritarci un amore pieno.

2. La ferita del mancato riconoscimento quando non siamo stati visti per quello che eravamo davvero. Abbiamo imparato a mettere delle maschere per essere accettati dagli altri.

3. La ferita del senso di colpa con cui ci siamo presi fin da piccoli responsabilità troppo grandi rispetto alle nostre possibilità. Abbiamo così imparato a sentirci inadeguati in ogni situazione.

Queste sono le situazioni che un buon rituale di magia bianca o trattamento energetico (Reiki, Costellazioni etc.), possono andare a fare emergere con amorevolezza, senza scorciatoie.
Così quando avremmo riportato in noi stessi l’Amore che cercavamo all’esterno, allora sarà facile vedere là fuori il partner giusto per noi.

E lui o lei ci sceglierà per quello che siamo, non per un’abbaglio magico e sicuramente poco etico e in fin dei conti inefficace per non dire pericoloso.

Se qualcuno ti promette di fare innamorare a te quella persona con una formula magica, guardati dentro e chiediti: “Qual’è la formula magica per trovare l’Amore perduto?”

Risiede dentro di te ed è la parola “Responsabilità”. “Mi prendo la responsabilità dell’amore per me stessa/o”.

Questa è l’unica formula che può funzionare e ti permette di iniziare un percorso di crescita verso relazioni sane ed appaganti.

Nessun legamento quindi, ma anzi una profonda liberazione dal senso di sconfitta, dal senso di colpa o dal senso di mancanza.

Ed è quando si è liberi che si incontrano altri esseri umani liberi, pronti a fare un viaggio magari insieme, consapevolmente.

Luca Carli

Trattamenti energetici (scrivimi lucacarli87@gmail.com )

 Scopri “Chi Sei” con il tuo Tema Numerologico-> bit.ly/2LQOE0U

 Se ti interessano i miei LIBRI li trovi qui:

”Viaggio nell’Universo Interiore” -> amzn.to/2PfVTkP

 “1001 messaggi dall’Universo”->goo.gl/s5c2Lu