Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.lagiostradelsole.com/home/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5763
La tua parte Eretica

La tua parte Eretica

L’Eretico non è colui che ti dice la verità. La verità non è prerogativa di nessuno. L’Eretico è colui che non ti dice menzogne.

Quanti eretici vedi nella società? Pochi. In televisione, al lavoro, in ospedale, nelle scuole, in politica o semplicemente al supermercato.

Quanti non ti dicono menzogne? Troppi, anche di fronte all’evidenza, difendono ciò che credono vero perché così gli è stato detto. Per amore di denaro, fama o potere si mettono al servizio di un padrone, perdendo la loro parte eretica.

(altro…)
Dicembre 2019 – Mese 6

Dicembre 2019 – Mese 6

Ricordo che per calcolare il numero del mese è sufficiente sommare il suo valore numerico (ad esempio Dicembre è il numero 12), con la somma delle cifre dell’anno in corso; nel nostro caso il 2019 è un 12 (2+1+9= 12 => 12+12 = 24=>2+4=6 ). Dicembre quindi è un mese 6. Vediamo allora quali sono le sue indicazioni…

SIGNIFICATO DEL NUMERO 6

Qualcuno diceva: “Ama il prossimo tuo, come te stesso.”

Ed infatti Dicembre ci invita ad essere amorevoli con noi stessi. Il 6 è il numero dell’amore che si rivolge all’altro, ma prima di tutto verso ciò che siamo. Questo significa dare amore all’altro come lo diamo a noi stessi. Ma noi siamo veramente in grado di darci amore?

(altro…)
Cristo: il Risveglio del Logos

Cristo: il Risveglio del Logos

Guardiamo allo sviluppo delle tradizioni spirituali e religiose nella storia umana, perlomeno quella conosciuta fino ad oggi. Se andiamo all’epoca più remota conosciuta ritroviamo il culto della Dea Madre, con le statuette votive che rappresentano il ventre materno e la natura in quanto Madre e principio femminile Creatore.

Questa progenie femminile lasciò il posto con la nascita della civiltà al culto del Dio Padre, alla riverenza verso il Cielo (e anche al padrone che sta in alto). Ci fu quindi un ergersi dell’essere umano sopra la natura, in modo da soggiogarla e usarla ai propri scopi, come si vede nello sviluppo della civiltà agricola e pastorale. Nascono le Città e lì inizia la transizione dal principio femminile a quello maschile…dal basso e rispetto del piccolo, all’alto e ricerca del grande.

(altro…)
Cos’è la Timidezza

Cos’è la Timidezza

La timidezza ha una doppia faccia. Da una parte la vediamo come un limite, dall’altra, se la vediamo come sinonimo di sensibilità, pensiamo sia una qualità. Ma la parola non mente. Timido deriva da “temere” che significa “avere paura”.

Molto semplicemente la timidezza è un sentimento che ci impedisce di essere sicuri di noi stessi e ci blocca…ci rende pavidi, cioè paurosi.

Ma come tutte le paure anche la timidezza la sentiamo perché ci sta mostrando qualcosa.

(altro…)
Il numero 6 – Non puoi solo dare

Il numero 6 – Non puoi solo dare

Dicembre 2019, ormai prossimo, ha valore numerico 6 per la numerologia. Approfondiremo presto l’argomento nel prossimo articolo, ma prima volevo dire qualcosa riguardo al numero 6, così importante.

Il numero 6 rappresenta l’Amore, quello che si prodiga per l’altro o che puoi avvertire tra due persone che si conoscono da anni, in una relazione intima o amicale. Rappresenta anche l’amore per una passione e quindi per la Bellezza della Vita. Il 6 si cura e ha a cuore il benessere di chi gli sta intorno, come un giardiniere si cura del suo giardino.

(altro…)
La chiamata del 2020

La chiamata del 2020

L’energia di questo 2020 sembra già presente, sembra chiamarci inevitabilmente ad un passaggio epocale. Un cambio di epoca e di numeri in questo caso, dove lasciamo il secondo decennio del 2000 inoltrandoci in un doppio 2 che ci mostra specchi e illusioni. Lo sta facendo proprio adesso, in questi giorni prima della fine dell’anno. E’ iniziato tutto a Novembre, mese 11, un altro 2 per la numerologia. Si è aperto come un varco su una dimensione vastissima: quella della nostra Anima.

Saltano quindi le regole comuni, quelle che abbiamo imparato a sentire come illusorie ma che non abbiamo mai lasciato del tutto. Vediamone alcune:

. Affidarsi alla mente per prendere decisioni. Cosa impossibile in questi tempi dove tutto sembra mutare di minuto in minuto

. Aggrapparsi a relazioni e situazioni finite. E’ solo una perdita di energia.

. Fare finta che tutto va bene quando non è così. Si rischia di somatizzare e farsi male.

. Dare la colpa delle proprie situazioni all’esterno. La vita ci mostra palesemente come tutto ruota attorno al nostro cuore.

Queste dimensioni, leggi e spazi che in questi anni abbiamo toccato emergono come fantasmi. Sono fantasmi benevoli che ci vogliono indicare cos’è vero e cos’è falso…cosa entra nel 2020 e cosa no. La vita entra nel 2020, la vita con le sue leggi misteriose e semplici che non sono le regole dell’uomo.

(altro…)
Numero Maestro 22 – Numerologia e significato

Numero Maestro 22 – Numerologia e significato

Il 22 è un Numero Maestro e come tale va considerato nella sua interezza in un Tema Numerologico (profilo numerico della persona.

Di base potremmo considerarlo come un 4 e prendere in considerazione il suo significato, riguardo al tema delle radici familiari, della stabilità lavorativa, del rapporto con la terra, il proprio corpo e l’incarnazione terrena.
SIGNIFICATO DEL NUMERO 4

Ma se approfondiamo il significato del 22 questo ci dice molto di più. Il 22 è il Creatore, il collegamento intuitivo con il grande Architetto di questo mondo fisico…rappresenta l’ispirazione che ha permesso agli artisti di costruire le Cattedrali sacre, ai druidi di spostare moniliti a Stonehenge, oppure che a dato il potere a misteriosi esseri di erigere Piramidi in tutto il pianeta.
Il 22 ci dice quindi che abbiamo un compito importante e onerevole da svolgere qui e ora su questa Terra. Il 22 ci chiede di lasciare scorrere il nostro Talento, facendoci guidare dal Divino, dalla nostra Anima, dalla Vita…per realizzare opere importanti. Dove? In famiglia, nelle relazioni di aiuto, in campo artistico, nel lavoro, in politica o in ogni settore che ci riguardi intimamente.

Se ti capita spesso di vedere il 22 allora è importante stare in ascolto e sentire dove indirizzare la tua vena creativa. C’è forse qualcosa che potresti fare con più Gioia se ti affidassi al tuo talento? Il 22 arriva sempre a chi di Talento ne ha da vendere e ha invece la tendenza a sminuirsi eccessivamente. Può riguardare anche te?

Se vuoi fare un dono a te stesso e agli altri smettila di essere così pessimista e comincia a muovere la tua bacchetta magica. Scopri cos’è che ti riesce bene e mettilo al servizio di una causa più grande.

Luca Carli

SCOPRI TUTTO SUI NUMERI NEL LIBRO:

1001 Messaggi dall'Universo 1001 Messaggi dall’Universo
Ogni numero un messaggio
Luca CarliCompralo su il Giardino dei Libri

Il mio Nuovo Libro “Viaggio nell’Universo Interiore“. Acquistalo su Amazon

Libro di Luca Carli

Appuntamenti di Ottobre: 15/10 -> Sessioni Individuali a distanza sul tema del Diavolo (Arcano 15 dei Tarocchi) e dell’energia Aggressiva. Come gestirla e riconoscerla in se stessi per difendere i propri spazi.->

INFO lucacarli87@gmail.com

Luca Carli – autore di 1001 Messaggi dall’Universo

https://www.facebook.com/lagiostradelsole/instagram-fotocamera-logo-outline_318-56004Segui la pagina di 1001 Messaggi dall’Universo

SERVIZI NUMEROLOGICI: per conoscere chi sei attraverso il tuo profilo numerologico.

TRATTAMENTI ENERGETICI: per purificare la casa, ripulire l’aura, superare paure e blocchi…

 

 

Il problema dell’Ilva: la soluzione è arrendersi

Il problema dell’Ilva: la soluzione è arrendersi

Il problema dell’Ilva di Taranto, del suo recupero, riconversione o smaltimento, del suo salvataggio che come vedremo non ha possibilità, parte da radici spirituali. Ciò che è emerso dalla visione spirituale che mi sono interessato a verificare di questa situazione così difficile e inamovibile è il rapporto che l’Ilva come struttura, azienda e corporazione ha avuto fin dal principio con i suoi ideatori, storia che risale all’inizio del 1900 con la fodazione della Società Ilva e poi con la creazione dell’impianto di Taranto nel 1961. E’ emersa una sorta di attaccamento madre-figlio tra l’azienda Ilva e i suoi proprietari e gestori iniziali. Per potere risolvere definitivamente questa situazione servirebbe fare un lavoro nel mondo quantico e spirituale per permettere di sciogliere questo legame così forte. Perchè proprio come avviene con le persone anche le aziende si portano dietro legami e situazioni emotive che determinano il loro successo o meno.

Nel caso dell’Ilva l’insuccesso sarà sempre garantito fino a che non si guarda a questa struttura come ad una struttura viva, psichica, in questo caso legata al rapporto di dipendenza e attaccamento con la sua storia. Le situazioni disagevoli per l’ambiente, la salute e l’economia che questa struttura porta avanti sono solo una causa di questo insuccesso a monte. L’Ilva di Taranto non è nata come azienda  per portare profitti o risorse, anche se apparentemente è cosi. L’Ilva è nata come sostituto di un amore filiale di dipendenza. Per questo l’impianto non è destinata a crescere o portare frutto, ma è come una pianta carnivora che mangia se stessa e tutti coloro che in qualche modo sono coinvolti in essa, operai, famiglie, Stato Italiano, ambiente. Proprio come una Grande Madre che tiene il figlio stretto a se, fino a soffocarlo.

Basterebbe che potessimo guardare a questa situazione come a qualcosa di “irrisolvibile” per potere iniziare a lasciare che giunga una soluzione. L’immagine arrivata è quella di una montagna, solida che non si muove e non vuole muoversi.

Più si cerca di fare qualcosa per l’Ilva più non accade nulla, più si crede di avere la forza o il potere di smuovere questa situazione più questa resta fissa o porta problemi. Questo non significa “non agire”, ma prima di fare qualcosa bisogna arrendersi interiormente all’evidenza dei fatti spirituali emersi: non c’è soluzione, il problema è un legame emotivo fissato, dipendente, sicuramente novico, tra l’Ilva e gli uomini che l’hanno, a suo tempo pensata. Anche se questi uomini non ci sono più il legame esiste ancora ed è fortissimo. Ecco, se iniziassimo a sentire dichiarazioni di politici o persone coinvolte che ammettessero onestamente “Non sappiamo cosa fare per l’Ilva”, allora, lentamente le cose inizierebbero a smuoversi. Verso dove? Verso una trasformazione dell’Ilva, probabilmente verso la sua chiusura definitiva e smantellamento, ma forse no. Come detto non possiamo saperlo.

Non ci possono essere quindi “piani” per salvare l’Ilva. Basterebbe sedersi in attenzione, fare un tavolo di incontro, guardarsi in faccia e guardare alla situazione con profonda onestà, rispetto e decisione.

“Per l’Ilva non c’è niente da fare, ecco la soluzione.” Questa è una affermazione che possiamo fare tutti nel nostro cuore, interiormente e poi stare a vedere cosa succede. Sicuramente si attuerebbe un cambiamento, spontaneo…sicuramente lento, ma finalmente sano.

Luca Carli

 

L’acciaio in fumo. L’Ilva di Taranto dal 1945 a oggi

In questo sito sono presenti cookies, continuando a navigare, compiendo l'azione di "scroll", o qualunque altro tipo di azione per procedere nella lettura dei contenuti, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi