Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.lagiostradelsole.com/home/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5763
Trattamenti Reiki

Trattamenti Reiki

Con i trattamenti Reiki si agisce sull’energia della persona per riportare equilibrio sul piano psico-fisico e spirituale. La trasmissione dell’Energia Universale viene trasferita alle varie parti del corpo grazie al canale neutro costituito dall’operatore. Questo avviene attraverso le mani nei Trattamenti Reiki di Base e attraverso la connessione mentale nei Trattamento Reiki a Distanza.

Trattamenti Reiki di base

Trattamenti Reiki a distanza

Trattamenti a Domicilio

L’importanza dell’Energia

 

Agendo sul livello energetico si agisce di riflesso anche sul piano fisico, emozionale e mentale riportando le frequenze vibratorie dell’energia individuale in “risonanza” armonica con quelle naturali proprie dell’Energia Universale.

Il termine giapponese Reiki definisce l’unione dell’energia Universale (Rei) con l’energia vitale del singolo individuo (Ki) tramite il canale neutro costituito dall’operatore. Da sempre nelle antiche tradizioni orientali e finalmente anche per la medicina occidentale, disagio e malattia sono la manifestazione di uno squilibrio energetico. La tradizione cinese descrive l’energia vitale che circola attraverso tutto l’organismo servendosi di canali energetici definiti “meridiani”. Allo stesso modo anche la concezione energetica indiana ritiene che l’energia vitale circoli nei famosi “vortici” detti chakra.

Quando l’energia scorre liberamente, il corpo è sano e lo Spirito e l’anima sono in equilibrio armonioso.

Portare armonia al nostro stato energetico attraverso il Reiki influisce anche sui nostri pensieri e sulle nostre emozioni che sono intimamente connesse al nostro benessere.

Perchè scegliere il Reiki

 

Trattandosi di Energia il Reiki favorisce la guarigione in ogni ambito. I trattamenti Reiki sono utili per agevolare la guarigione di problemi di salute, disagio psicologico di qualunque natura, o in quei momenti in cui ci si sente confusi rispetto una particolare sfera della propria vita. 

Il Reiki agevola il naturale processo di auto-guarigione legato al riequilibrio della propria energia.

Gli scopi sono i più svariati:

  • dedicare del tempo a se stessi per armonizzare il proprio corpo e rilassare la mente attivando un processo di ascolto interiore per ricontattare la propria essenza. Questo porta a riequilibrare e far scorrere al meglio la propria energia vitale.
  • riportare equilibrio in quelle situazioni d’affaticamento fisico, mentale e psicologico in seguito a possibili esperienze traumatiche: un’infanzia difficile, tensione sul lavoro, la perdita di una persona cara, un qualsiasi mutamento delle condizioni di vita, quando sembra non esistano vie d’uscita. Queste situazioni se prolungate possono provocare diversi sintomi come: depressione, scoraggiamento, esaurimento nervoso, insonnia, ansia, palpitazioni, tachicardia, disturbi gastrici, coliti spastiche etc. Il Reiki armonizza queste situazioni, per dare luce alle proprie zone d’ombra che possono essere gradualmente comprese ed accettate.
  • iniziare un percorso di crescita personale e spirituale, indicato in ogni periodo in cui si voglia far luce su un particolare aspetto della propria esistenza ed accrescere la propria consapevolezza di sé.
  • liberarsi dai condizionamenti imposti dalla società, dalla famiglia e dalle proprie credenze che agiscono a nostra insaputa e ci impediscono di vivere in modo autentico, in linea con le nostre vere caratterstiche e potenzialità. Cominciare ad accorgersi dei propri condizionamenti è il primo passo verso la libertà.

 

Il Reiki può essere ricevuto da individui di qualunque età, in qualunque momento della loro esistenza. Inoltre con il Reiki non è necessario interrompere le eventuali cure mediche in quanto è associabile a qualsiasi tipo di cura e/o percorso.

Il legame tra corpo, mente ed emozioni

 

La sfera fisica, mentale ed emozionale non sono mondi separati, ma sono parti di un Tutto in continua influenza reciproca.

Ormai anche in ambito medico tradizionale si sta diffondendo la consapevolezza che il benessere fisico abbia una sua influenza su pensieri ed emozioni e che a loro volta questi abbiano una ripercussione sul corpo. Fino a pochi anni fa questo non era ancora riconosciuto in occidente, sebbene nelle tradizioni orientali fosse noto da millenni, e si tendeva a curare solo la malattia e non la sua causa (cosa che in parte accade ancora oggi purtroppo).

I nostri corpi riflettono perfettamente il nostro stato interiore, e ogni malattia o disagio si manifesta come un chiaro segnale che qualcosa in noi non è in equilibrio.

La malattia fisica è un campanello d’allarme che ci parla di una componente emotiva e mentale che, non essendo stata riconosciuta nel tempo, si è resa manifesta. Ci sono inoltre meccanismi subconsci di sopravvivenza che tendiamo a ripetere nella vita, anche quando non non sono più funzionali. Tutte quelle modalità inconsapevoli che portano a pensieri, emozioni ed azioni non nutrienti rispettose o amorevoli nei confronti propri o di altri chiedono di essere riconosciuti e finalmente re-integrati nella personalità.

Attraverso il Reiki si attiva un processo di riequilibrio e di pacificazione che conduce alla conoscenza ed all’accettazione di se e in particolare di quei blocchi o ferite che ognuno si porta dentro, la cui radice affonda solitamente nei primi anni della propria esistenza.

Un contatto con le proprie emozioni

 

I trattamenti sono considerati un momento piacevole, un appuntamento nel quale si ha l’occasione non soltanto di favorire un maggior benessere fisico, ma anche di “sciogliere” qualche nodo emozionale. 

Il Reiki favorisce il lavoro introspettivo, il quale ci consentirà di guardarci dentro, scoprendo tutti gli aspetti di sè rifiutati dalla coscienza ed espressi in qualità di pensieri limitanti o di un disagio fisico.
Una parte determinante nel gioco degli automatismi comportamentali è svolto dalle emozioni, le quali anch’esse rientrano nella categoria dei comportamenti condizionati prevalentemente dalla famiglia, siano esse espresse o peggio ancora, represse. Con i trattamenti avviene una maturazione che tende ad maturare e gestire la propria sensibilità, a renderci più consapevoli di ciò che ci accade diventando più liberi di esprimere la nostra vera natura.
I trattamenti Reiki diventano allora un accompagnamento a riscoprire la propria essenza, per riuscire ad abbandonare gradualmente le difese emotivo-psichiche ed esprimere quanto più possibile in nostro vero Se.

Al termine di ogni trattamento l’operatore ascolta e fornisce il feedback sulle percezioni ricevute e sull’esperienza conclusa accompagnando così la persona nel suo percorso di auto-conoscenza.

Cosa si sente durante il trattamento

 

Ogni persona ha un suo modo di sentire il trattamento.

Quando si prova un trattamento non è assolutamente necessaria alcuna nozione preliminare per ricevere l’energia Reiki e nessuno sforzo per cercare di capire che cos’è: ognuno con i suoi tempi la può sentire scorrere ed agire. Può accadere di sentire un forte calore, ondate di freddo intenso, oppure cicli alterni di entrambe le sensazioni. Si possono avvertire formicolii, vibrazioni e sussulti muscolari. Può capitare di essere pervasi da un senso di contentezza, ma anche all’opposto, di tristezza. Inoltre si possono avere immagini particolarmente nitide. Sono tutti segnali che le emozioni più radicate e profonde, le quali non hanno potuto trovare prima altra via per manifestarsi, in quel momento trovano modo di liberarsi.

E’ sufficente mettersi in ascolto e fidarsi delle proprie percezioni, godendo di quanto accade.

Quanti trattamenti Reiki sono consigliati

 

Solitamente è consigliato un ciclo di 4 trattamenti, ma non c’è una regola fissa, dipende dal singolo caso. 

Solitamente il ricevente è invitato a testare il trattamento con una prima seduta, utile a se stesso per avvicinarsi e conoscere la disciplina del Reiki. Successivamente si potrà stabilire di dare il via ad una serie di sedute. Anche se non esiste una prassi specifica, spesso si consiglia di effettuare almeno un ciclo di 4 trattamenti consecutivi. Ad esempio alcune persone ricevono un singolo trattamento e ritengono di voler continuare nel tempo, oppure di continuare dopo un pò di tempo, altre scelgono di diventare esse stesse operatori Reiki.

La durata del trattamento Reiki

L’efficacia del trattamento non si basa sulla sua durata più o meno lunga perchè l’operatore resta in ascolto di quanto richiesto dal campo energetico in quella particolare situazione. Possiamo dire comunque che i tempi riscontrati per il trattamento sono in media di 40 minuti. In particolare i trattamenti Reiki di Base durano 45 minuti mentre i trattamenti Reiki a Distanza durano circa 30 minuti.

I trattamenti Reiki come percorso di crescita personale

 

Il Reiki è un bellissimo percorso di crescita a disposizione di tutti perché la sua azione ed efficacia dipende totalmente da quanto desidera fare il ricevente agevolando la sua naturale propensione all’evoluzione per andare incontro con fiducia al cambiamento.

Il Reiki favorisce, oltre le proprie condizioni psicofisiche, anche una maggiore chiarezza e consapevolezza nella gestione degli eventi, un nuovo modo di vedere e pensare alla vita. Si sta allora percorrendo una via di crescita, un sentiero di evoluzione, una strada verso la piena espressione delle proprie potenzialità.

Non può avvenire guarigione, riequilibrio o soluzione di una situazione solo dall’intenzione dell’operatore per quanto buona: anzi, l’operatore fa un buon lavoro quanto riesce a rendersi un canale quanto più neutro, per permettere all’Energia Universale di agire attraverso di lui, ma solo secondo quanto richiesto dal campo energetico della persona che riceve. Proprio per questo è fondamentale l’atteggiamento di chi decide di affidarsi al Reiki. Il ricevente dovrà prepararsi nel suo intimo a voler sanare le proprie disarmonie e i propri malesseri. Se della sua problematica ha invece fatto un sistema per guadagnarsi l’attenzione e la commiserazione altrui, perché teme di perdere il rapporto con gli altri, allora il Reiki ottiene poco effetto. Per prima cosa è quindi utile chiarire a se stessi che si desidera guarire profondamente e convintamente.

Alcune persone sperimentano il trattamento Reiki come Amore Puro. L’Amore è infatti quella forza che unisce portandoci a una ritrovata unione con gli altri, con la natura e l’Universo nella sua totalità. Riportando  Amore in quelle parti di noi che per troppo tempo si sono sentite sole e ferite, possiamo ricominciare da noi stessi, con un nuovo senso di appartenenza alla Vita.

In questo sito sono presenti cookies, continuando a navigare, compiendo l'azione di "scroll", o qualunque altro tipo di azione per procedere nella lettura dei contenuti, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi